Racconti Meteo

Temperature sotto i 20° per alcuni giorni, piogge alluvionali record su alcune zone del primo entroterra veneziano. La discesa di aria fredda dal Nord Europa ha lasciato il segno, da diversi giorni non si fa altro che parlare di quello che è successo mercoledì a livello precipitativo, mentre a livello termico si può dire che soprattutto nelle ore centrali del giorno i valori registrati dai termometri sono stati bassi per il periodo, ma meglio andare con ordine….

Settembre parte in media termica.

Due i peggioramenti atmosferici, uno solo permanete incisivo.  

Fino al 3 settembre la media della prima decade è stata in anomalia positiva, le minime registrate si sono attestate appena al di sotto dei 20°, mentre le massime hanno di poco superato i 29° ma solo in alcune località, una situazione di continuazione della stagione estiva anche se con toni più smorzati.

…mentre le minime sono quasi sempre over 10°.

Agosto è finito in media, gli scarti sono stati di qualche decimo superiori o inferiori, settembre sembra voler continuare questa abitudine tenendosi su valori che possiamo definire in media.I primi tre giorni di settembre sono stati abbastanza caldi nelle massime, che hanno toccato e superato i 29° in alcune zone della regione, ancor più nelle minime che in quel periodo hanno faticato a scendere dai 18°.Il peggioramento avvenuto il 4 settembre ha portato con sé un buon calo termico, nelle zone più fredde della nostra pianura è stato abbattuto il limite dei 6° nella mattinata del 5 settembre,Merlara ha raggiunto i 5.9°, battuta in provincia di Padova da Campodarsego e Trebaseleghe (Arpav) con +5.8°, anche se i posti più freddi della pianura veneta in generale sono stati Villorba e Montecchia di Crosara (Arpav) con +5.1°.Nei giorni successivi il 6 e 7 c.m. alcune zone hanno beneficiato di temperature minime under 10°, mentre le massime hanno superato a fatica i 23°.Negli ultimi sette giorni le temperature hanno avuto un corso abbastanza stabile, sia per le minime che per le massime, tra i 10° e 13° per le prime, tra 25° e 28° per le secondo in un contesto leggermente sopra media.In conclusione possiamo dire che per ora il mese sta viaggiando in media, e con molta gioia possiamo esultare per il fatto che dopo diverso tempo si sta vivendo una prima metà di settembre senza over 30°; non bisogna dimenticare però che nonostante la “nostra” situazione fresca in altre parti del mondo si sta vivendo quello che le nostre zone hanno vissuto tra settembre ’06 e luglio ’07, cioè una forte anomalia termica e si può quasi con certezza affermare che l’anno 2007 chiuderà come il più caldo di sempre.


Carissimi lettori, è con grande piacere che siamo qui a testimoniare il sucecsso dell'iniziativa firmata "Meteo4 "-"Università di Trento"
al Festival della letteratura di Mantova, nel seguito dell'articolo potrete trovare
quello che hanno detto di noi e qualche foto celebrativa dell'evento.

Quel dolce profumo di autunno anticipato...

Due grosse sorprese: la nebbia; e agosto finirà in media.Nell'ultimo articolo vi ho salutato scrivendo
di non illudersi sull'arrivo di un autunno anticipato e che i modelli a breve prevedevano un ritorno di condizioni estive,
in realtà le cose stanno andando diversamente dal previsto.

Quello che sembrava essere un break estivo di tre giorni è stata invece una "maratona" di cinque giorni piovosa,
infatti quasi quotidianamente la pioggia anche debole/moderata ha fatto la sua comparsa.

Penalizzata ancora una volta dalle precipitazioni la parte meridionale della regione.

 

Nel precedente articoli abbiamo descritto una situazione temporalesca che ha privilegiato la parte centro-settentrionale della regione, nel frattempo una successiva passata temporalesca pre-ferragostana ha prodotto qualche accumulo nella zona costiera, mentre ieri nuove infiltrazioni di aria più umida e fredda sono state la miccia per nuovi temporali che hanno bagnato le zone centro settentrionali del Veneto, lasciando per l'ennesima volta a secco il Basso Padovano e il Polesine.

Nota per i lettori, a differenza di quanto il titolo può suggerire non ci troviamo di fronte al solito articolo sulle macchie solari,
quanto piuttosto alla splendida parodia-novella su tre dei nostri forumisti più famosi ( el Max, Lamiera, e Sassetto ),
scritta dal nostro Bravissimo Andrea Bascarin, alias "Meteoss" nel nostro forum.

MACCHIE SOLARI

Lamiera entrò in sala d’aspetto canticchiando allegramente, anche se con voce un po’ roca.
-C’è il vecchio carogna? – chiese accompagnando la domanda con una strizzatina d’occhio che fece arrossire la graziosa segretaria.
-C’è e vi aspetta- La ragazza lo accompagnò alla porta su cui era scritto a grossi caratteri neri:
Sassetto - Direttore generale- dipartimento meteorologia e climatologia terrestre.
Lamiera entrò –Salve, capo, che novità ci sono?
-Ah! siete voi – Sassetto alzò gli occhi dalla scrivania. Stringeva fra i denti un sigaro puzzolente – Sedetevi.
Sassetto scrutò Lamiera da sotto le folte sopraciglia grige. Vecchio carogna, com’era eufemisticamente chiamato
dagli uomini delle sezione meteorologica terrestre, non aveva mai riso a memoria d’uomo, sebbene corresse voce
che una volta, da piccolo avesse sorriso vedendo suo padre cascare da un albero di mele....