Stampa
Reportage
Racconti Meteo

 

Nell’ultimo articolo ho messo in rilievo il ritorno di un tempo spesso perturbato e piovoso che ha caratterizzato la prima settimana di maggio, il maltempo poi ha continuato per la sua strada diventando la caratteristica principale anche di questa seconda settimana del mese.

 

Lunedì 10 e ancor di più martedì 11 il tempo si è mostrato perturbato con piogge sparse in tutta la regione, più cospicue il giorno 11: maggiormente colpite sono state le località della fascia prealpina e quelle della pianura adiacente questa fascia, gli accumuli maggiori hanno superato i 40 mm.

Il giorno 12 è stato il giorno dei temporali, che nel tardo pomeriggio hanno colpito varie zone della regione con la comparsa di fenomeni grandinigeni. Cito le grandinate nei comuni di Baone ed Este, a sud dei Colli Euganei. In poco più di un’ora di temporale con pioggia battente si sono raggiunti accumuli veramente interessanti: 92.5 mm  a Padova(zona S.Rita), 86.4 mm a Selvazzano (PD),71.1 mm a Monte Magrè di Schio (VI)tra le località più colpite.

La grandine sui Colli Euganei di mercoledì 12

 

Anche il giorno 13 è stato caratterizzato da instabilità pomeridiana associata a fenomeni temporaleschi. Questa volta ad essere colpite sono state alcune località del trevigiano e del veneziano, i maggiori accumuli si sono registrati a Musile di Piave con 76.2 mm e a San Donà di Piave con 68.6 mm, 41.4 mm la pioggia registrata a Sant’Anna di Chioggia.

Venerdì 14 in pianura non c’è stata presenza di instabilità, nel peggiore dei casi ci sono stati deboli rovesci pomeridiani ma nulla di che. Temporali e rovesci hanno colpito la fascia montana della regione, nella fattispecie quella prealpina che divide le province di belluno e treviso: 34.2 i mm registrati a Feltre(BL), 33.4 quelli registrati a Follina (TV), 29.8 a Malga Valpore (nel feltrino)

Sabato 15 la giornata è stata caratterizzata da tempo perturbato: al mattino ci sono state deboli piogge sparse, una pausa pomeridiana e poi prima di sera ci sono stati pesanti rovesci e temporali sparsi che hanno colpito soprattutto il basso Veneto. Toccati i 38.1 mm a Legnago, 34.8 mm a Pradon Porto Tolle.

Il parabrezza della mia auto, sabato 15, nel momento più intenso del rovescio

Le piogge , che durante la settimana sono state spesso a carattere temporalesco, hanno creato non pochi disagi alla circolazione viaria delle zone colpite, molti di quei accumuli segnalati sono caduti in una o al massimo due ore provocando allagamenti di case, campi colitvati e della sede stradale.

La settimana che sta per iniziare avrà sicuramente più sole rispetto a quella appena trascorsa.