Stampa
Reportage
Racconti Meteo

 

Il sottoscritto una mattina si è messo a raccogliere dati sulla nivometria, faceva freddo, il termometro fuori segnava -16° e al suolo c’erano almeno 15 cm di neve: era il 6 febbraio 1991.

Da quel giorno sono passati 20 inverni, 20 stagioni sotto il lampione a scrutare il cielo per vedere se la neve poteva farci compagnia oppure se si profilava una grossa delusione.

 

 

Dopo tanti inverni passati ad osservare la neve a Bresega mi accingo tra queste righe a fare un viaggio nella mia memoria

La mia mente non può cancellare i ricordi di quella fantastica settimana fatta di neve e gelo, la neve ci ha accompagnato la sera del 5, il 6-7-8-9 febbraio.. una 5 giorni con più di 40 cm di accumulo. Il gelo con le lunghe camminate sui fossi ghiacciati e i dovuti rimproveri di una madre che non sapeva che la mia malattia sarebbe degenerata con il passare del tempo.

Il 91/92 non ha dato grandi soddisfazioni, la neve coreografica del 22 gennaio si è ben presto trasformata in pioggia.

Il 92/93 non ha visto neve per tutta la stagione, solo un’improvvisa bufera di 3 ore la sera del 4 marzo ha accumulato 10 cm di neve.

Il 93/94 è iniziato in maniera precoce: neve il 20 e il 21 novembre, poi l’inverno ha avuto un gennaio mite e una buona parte di febbraio fredda. Tentativo di colpo di coda invernale il 3 aprile con neve dai 300m sui colli Euganei.

Il 94/95 è l’unico inverno in cui non si è mai visto nemmeno un fiocco di neve. Solo lunghi periodi di freddo a gennaio, nulla di più.

Dopo una serie di inverni sterili (ed a tratti anche rigidi) ecco che il 95/96 si è aperto con la neve del 13 dicembre, mista a pioggia il 14 e il 15.

La neve ha fatto la sua comparsa il 30 e il 31, in quest’ultimo con la pioggia, la neve poi ha beffato Bresega accumulando a 1 km dal paese la notte tra il 5 e 6 gennaio 96. Fiocchi coreografici hanno fatto poi la loro comparsa il 2 e 11 febbraio, e il 12-13 marzo. Concludendo quindi una stagione ricca di eventi nevosi che prima del 09/10 godeva del trono per numero di nevicate.

Il 96/97 ha avuto un acuto dopo Natale, con gelo senza neve al suolo e la supernevona del 31 dicembre, 15 cm prima di finire in acqua appena entrati a capodanno.

Il 97/98 fu tra i più anonimi, addirittura si sono superati i 22° a febbraio. La neve ha fatto il suo ingresso il 23 marzo, una delle migliori nevicate tardive che abbia mai visto.

Il 98/99 è stato l’inverno delle inversioni termiche, svariati i giorni di ghiaccio con nebbia e galaverna. La neve ha fatto la sua comparsa ai primi di febbraio, poi c’è stato del graupel ad aprile.

Del 99/00 non ho ricordi qui in Veneto, ero al servizio militare in Friuli Venezia Giulia: ricordo la bufera di neve del 21 novembre a Trieste, stupenda, la consiglio a tutti la visione della bora scura vera e propria. C’è stata una nevicata a gennaio ad Udine, ma non ricordo la data.

 

Il 2000/01 ha avuto una nevicata il 17 gennaio, passata in pioggia la notte tra il 17 e il 18, 8 cm mentre 6-7km più ad ovest l’accumulo è stato di 18. La neve poi è ritornata bella più che mai il 28 febbraio e in versione primaverile l’8 aprile.

Il 2001/02 è stato l’inverno del blizzard del 13 dicembre: mai e poi mai potrei dimenticare l’intensità della neve e del gelo, il blackout, il finestrino della 106 bloccato e l’altro finestrino che è sceso lasciando intatta la lastra di ghiaccio. Il fondo stradale ghiacciato e gli accumuli ventati in mezzo alla strada che toccavano il mezzo metro. Dopo un lungo periodo di gelo ecco che la neve ha fatto la sua comparsa il 26 dicembre, e dopo un altro lungo periodo di gelo c’è stata una fugace comparsa il 15 gennaio prima di lasciar spazio velocemente alla pioggia.

Il 2002/03 ha avuto all’attivo una delusione il 7-8-9 gennaio 2003, neve mista a pioggia e niente accumuli. Accumuli poi avuti ai primi di febbraio con una spolveratine mattutina. L’anno della torrida estate ha avuto l’ultima nevicata il 12 aprile.

Il 2003/04 dopo una prima parte sterile ha piazzato una o due spolverate a fine gennaio. Fantastico il periodo 19 febbraio – 8 marzo: neve il 19, il 24, il 26, il 28/29, il 6/7 marzo, più di 40 cm l’accumulo totale , il nevone (con venti occidentali) del 28/29 febbraio ha prodotto da solo 30 cm.

Il 2004/05 ha avuto un gennaio complessivamente freddo, la neve è comparsa il 18 gennaio per merito di un sovrascorrimento mite su cuscino freddo da nebbia. La neve è poi ricomparsa il 21 e 22 febbraio, la mattina del 27, la notte tra il 27 e il 28, e dopo 3 giorni gelidi c’è stato il nevone del 3 marzo che da solo ha prodotto 15 cm di accumulo. Più di 30 cm l’accumulo finale.

Il 2005/06 è iniziato precoce con la neve del 24 novembre, mista a pioggia il 26. Neve da contrasto il 19 dicembre, neve mista a pioggia il 27 e il 28, bella nevicata il 28 sera. Gelicidio e poi neve il 31. Gelicidio e pioggia l’1 e il 2. Neve il 17 e 26 gennaio. Fioccatine serale l’8 febbraio e bella coreografia primaverile il 12 marzo.

Il 2006/07 ha avuto all’attivo una bella coreografia il 26 gennaio e il 20 marzo.

Il 2007/08 è iniziato con la neve del 15 dicembre, neve ma solo tracce il 3 gennaio.

Il 2008/09 ha avuto una bella nevicata precoce il 24 novembre, solo tracce. La neve ha fatto la sua comparsa il 28 dicembre e poi 10 cm di neve sono stati accumulati con la nevicata tra SanSilvestro e Capodanno. Neve poi il 1 febbraio che ha lasciato qualche traccia.

Il 2009/10  è stato battezzato dalla coreografia del 14  dicembre, ripetutasi il 17. Neve con -3° il 18/19  e neve da addolcimento il 21. Forte gelicidio il 22. Coreografia di neve il 4 e 5 gennaio, poche le tracce. Neve il 26, il 29/30 e il 31 gennaio. Neve ma con temperatura positive il 10 febbraio: alcune tracce sulle cappotte delle macchine. Dopo un periodo mite la neve è tornata a farci visita il 9 e 10 marzo accompagnata da venti che hanno superato i 70 km/h, rendendo quest'ultima nevicata una degli eventi tardivi più belli. La stagione ha chiuso con 12 nevicate all'attivo.

Spero che il mio lungo racconto non vi abbia annoiati, e spero soprattutto di poter ancora scrivere lunghe pagine sulla nostra amata dama bianca