Stampa
Montagna ed Itinerari Alpinistici
Ciao a tutti,
poche immagini ma spero di decente qualità per descrivere la situazione innevamento in alta quota sulle Dolomiti Centrali. In data odierna infatti ho potuto tastare con mano il polso della situazione alla fine oramai della stagione di accumulo, grazie ad un'uscita sociale del CAI di Vicenza, che ha avuto come meta la cima del Corvo Alto (2456 mt), nella zona di passo Giau, a cavallo tra la vallata d'Ampezzo (Cortina & soci) e la val Fiorentina (Selva di Cadore e Colle Santa Lucia).
UN commento breve a caldo, che spero sia avvalorato dalle immagini...beh, sinceramente pensavo molto peggio. A parte il clima caldo e secco stile settembre, che mi ha fatto girare anche oggi in maniche corte a 2000 e passa metri, la neve in fusione anche vivace nelle esposizioni a sud, i ghiaioni sotto l'Antelao e la Tofana esposti a mezzogiorno ripuliti di ogni accumulo nevoso, tutto sommato la situazione è meno disastrosa del previsto.
Nei settori esposti a nord, ma anche nei pianori oltre i 2200-2300 metri, si oscilla da un minimo di mezzo metro ad un massimo di 2 metri, a seconda anche dell'azione esercitata dal vento. Nulla di eccezionale, per carità, a marzo l'accumulo nevoso dovrebbe essere massimo, e quindi ben oltre queste soglie.
Ma visto l'andamento climatico della stagione autunnale ed invernale poteva anche andare assai peggio, annate come il 2001 o il 2005 erano sicuramente sotto questi valori di spessore nevoso.
Confindando in una primavera estremamente prodiga di neve e in una fresca estate, potrebbe essere un'annata ancora salvabile per il patrimonio glaciale dolomitico.
Largo alle foto ora:
In cammino verso forcella Giau, il paesaggio è sicuramente dignitoso!Wink
Mini-slavine di neve umida su versante esposto a sudest..
Il gruppo del Sella da Forcella Giau..
Il Civetta, parete Nord-Ovest. Superlativo..!
L'Antelao fa Capolino tra i contrafforti della Rocchetta di Prendera

             Visione della Marmolada

             

Una foto interessante per confrontare gli spessori nevosi con Homo Sapiens della specie "ciapolatum". Siamo a 2400 metri, nei pressi del corvo Alto, esposizione Nord-Ovest.

Dove l'inverno osa ancora....

                                                                              Wetter Sergy ( Meteo4 )