Stampa
Reportage
Galleria fotografica
 
Ieri sera ci siamo trovati alle 21,30 al park di Quinto siamo partiti per l'escursione notturna e con meta san Giorgio con Albertodi B.go Venezia, Matteo76,il mio amico Renato alias Ghiacciolone ed una nostra amica, più ovviamente il sottoscritto,con il suo fuoristrada.
Temperatura esterna segnata dall'auto a +7° in quel di Quinto.
La temperatura è rimasta costante almeno fino al Cerro(550mt) dove finalmente abbiamo perso un grado. A Corbiolo siamo scesi a circa 5° e continuava naturalmente a piovere.
Tra Corbiolo e Boscochiesanuova, a terra, vi sono le prime tracce di neve.
A Bosco temperatura di +4° con pioggia ,presenza di neve al suolo,calcolo ad occhio circa 10cm.Misurazione del tutto approssimativa.
Continuiamo la salita in direzione Tracchi.Dopo le prime curve finalmente la temperatura inizia a scendere e in pochi metri si scivola a +2°.
La pioggia diventa nevischio. Si possono già notare a terra i segni della nevicata della giornata.La strada rimane percorribile sebbene con un pò di cautela. Ai Tracchi la temperatura scende e si assesta tra +1° e +2°.
E' in corso una nevischiata più che una nevicata,ma lo spettacolo attorno è già degno di applausi.
Proseguiamo,da qui in poi la strada inizia a diventare assai pericolosa,la neve dopo circa 1 km diventa sempre più consistente.
E giungiamo in quel di Branchetto. Lo scenario attorno è da fiaba!!
Il campeggio è letteralmente sommerso dalla neve!!
La temperatura esterna è di circa +1°.Cade del nevischio con in mezzo fiocchi di neve molto fini.
La strada diventa impossibile senza catene o appunto un fuoristrada come quello che avevamo.
Si prosegue.....
doppia curva in salita e a questo punto nevica davvero.
Attorno un mare bianco di neve......l'emozione aumenta sempre di più.
E arriviamo al Passo del Branchetto(1590mt) e la nevicata diventa fine ma insistente.
Scendiamo e siamo immersi in una favola.
Naturalmente non c'è anima viva.
Ci avvolge una nebbia insistente mista ad un nevicata splendida.
Attorno muri di neve e silenzio assoluto,come solo la neve sà regalare.
Non c'è molto freddo,infatti la temperatura non schioda dal +1°.
Riprendiamo il viaggio su una strada liberata solo dal passaggio di qualche altro pazzo avventuroso che infatti troveremo a destinazione.
E così si raggiunge San Giorgio (1550mt).
Nevicata fitta ma non di grande qualità.
Di quelle che quando scende in città sappiamo benissimo da lì a poco diventerà pioggia.
Tutt'attorno bianco solo immensamente manto bianco e tanta,tantissima neve.
Un metro forse anche un metro e mezzo di neve.
Come detto nel piazzale principale della malga c'è una sola via lasciata dai segni di 2 ruote ed in effetti troviamo una jeep e un auto da rally.
L'auto guidata da ragazzi trentini è incastrata.
E così ci tocca dare una mano per liberarla.
Da qui mi viene la battuta "ma cosa fasì qua,nò ghè ne avì mìa dèn bisògno da vuiàltri dè neve?"
Partono foto perchè la situazione è pazzesca e da tregenda.
Poi ci giriamo e iniziamo il ritorno verso casa.
Durante il tragitto altre soste a Branchetto a fotografare il campeggio che pare il villaggio di Babbo Natale.
E più sotto un pazzo scatenato con un camper che vuole salire e un altra auto che si è incastrata.
Naturalmente tra risate e spinte e neve che cade ancora la serata sta per diventare una di quelle che ricorderai sempre.
La situazione meteo rimane invariata rispetto l'andata e a Bosco piove ancora come prima.
Ma ancora una volta la neve ci ha regalato le più grandi emozioni che solo noi appassionati possiamo capire e sentire.
Ancora una volta la forza della natura ci lascia immobili ed estasiati difronte al suo spettacolare esprimersi,in tutta la sua bellezza infinita.
Ecco alcune foto scattate dal nostro Matteo76 a testimonianza.
Come si presentava la strada tra Boscochiesanuova e i Tracchi appena arrivati..
Io,molto sicuro di me stesso,do' l'ok per proseguire,con non poche perplessità!!Cosa si fà pur di vedere la Dama...

 
Tranquilli...esclama Alberto...con il mio suv..nessun problema!(ad Alberto vanno i nostri piu' sentiti ringraziamenti per la riuscita della spedizione) 
Arrivati ai Tracchi sondo il terreno per vedere gli accumuli...
 
Proseguendo per il Passo del Branchetto,questo e' quello che si presentava ai bordi della strada.. Wink
Ed eccoci arrivati al Passo del Branchetto...Nebbia,neve e l'ambiente ovattato,rende il tutto piu' fiabesco...Notare dal cartello,gli accumuli...Tongue oute
soprattutto si vede ben distinta una "strassetta" che scende delicatamente dal cielo...
Alberto,rimane estasiato davanti a cotanta bellezza...
Arrivati nel piazzale di San Giorgio,ci si presenta quest'auto letteralmente infossata nella neve...
E qualche "pazzo furioso",per godersi con l'auto finisce bloccato tra i cumuli nevosi....Laughing
 
Come due bambini,io e il mio amico Renato,ovvero "Ghiacciolone",ci divertiamo a prendere in faccia le palle di neve lanciate dal buio..
Come da tradizione,non poteva mancare il mitico saluto scritto nella neve a tutti i membri del nostro forum!E speriamo che sia di buon augurio per Verona città,visto che rimane "allergica" alla neve....
Ed infine il nostro Matteo76,l'unico fotoreporter al mondo che riesce a fare le foto sotto la neve,senza guanti e avere le mani congelate...Laughing
Massimiliano Veronesi(racconto) e Matteo Cristani alias Matteo76(fotoreportage)