Stampa
Reportage
Galleria fotografica

Ebbene sì signori, ho il privilegio e la viva emozione di postare qui alcune splendide immagini ritratte dal mio amico Fabio nel corso di un suo trekking nel cuore dell’Himalaya, precisamente ai piedi dell’Annapurna. Egli ha risalito una vetta secondaria del massiccio, sui 6500 metri di quota, di fronte alla incombente parete sud della montagna. Lascio parlare le foto, non occorre aggiungere altro!


Uno sguardo ambizioso verso gli ottomila...
  

Particolare delle vette dell’Annapurna...

Arrivo in vetta...

In vista delle pericolose cornici nevose della cresta sommitale...

Gli dei della montagna appaiono sulle cime nell’ora magica del tramonto...

 

Che ne dite allora???? Penso che i veri intenditori di montagna sentiranno puzza di bruciato, ed in effetti hanno pienamente ragione! Il perché lo scoprirete nella spiegazione di seguito Laughing

Ecco qui le dovute chiarificazioni sulle foto che avete appena ammirato: esse non sono state scattata sul tetto del mondo, bensì nei dintorni di Campogrosso (VI) in data odierna, 05 febbraio 2006. Foto che, comunque, rendono bene l’idea di quanto sia abbondante l’innevamento al suolo presente, tale da conferire al paesaggio un aspetto assolutamente fuori dai canoni consuetudinari delle Prealpi.
Il sottoscritto, partito dal Pian delle Fugazze in compagnia di un ottimo compagno di nome Fabio (da non confondere con Fabio Zampe, non sono la stessa persona!), ha percorso l’intero altopiano delle Settefontane, sul lato trentino del Sengio Alto, passando una tonificante giornata alla media quota alpina, sotto un sole generoso che non ha fatto pesare ai camminatori la pungente temperatura, veleggiante sui – 5 ° anche a mezzogiorno, portata dal vento dell’est.
Mi sono permesso di effettuare anche dei rilievi sullo spessore del manto nevoso, portandomi appresso metro da falegname di due metri, martelletto e bastone con puntale in ferro, questi ultimi due usati in combinata a mò di trivella manuale, per creare un piccolo buco nel manto bianco, utile alle misurazioni.
Ho cercato di scegliere posti riparati dal vento ma anche non soggetti ad accumulo eolico, in piano, e lontano da ostacoli di sorta (sassi, alberi), onde ottenere misure il più possibile attendibili. I responsi non sono stati così trascendentali come mi aspettavo, bisogna comunque tenere presente che il manto bianco è stato sottoposto ad una settimana di brutale consolidamento e parziale fusione, causa le temperature superiori agli zero gradi, per oltre 6 giorni, nella libera atmosfera anche alle medie quote alpine.
I 3 sondaggi effettuati hanno dato i seguenti valori:

- Malga Boffetal (TN – 1435 mt slm) : 127 cm

- Alpe di Campogrosso ( TN – 1525 mt slm, ai piedi della Sisilla) : 174 cm (vedi foto annessa). Ho provato a fare un rilievo su un dosso scostato di un centinaio di metri da tale sito, esposto al vento da sud-est: ebbene solo 80 cm al suolo, non oso pensare che forza spaventosa hanno avuto le correnti nella notte tra giovedì 26 gennaio e venerdì 27...

- Alpe di Campogrosso – Passo di Campogrosso ( VI – 1456 mt slm) : 150 cm

 

Allego ora altre foto significative dal punto di vista paesaggistico e nivologico...

Malga Boffetal, notare dov’è il primo piano della costruzione….

Vista dalle Settefontane verso la Vallarsa (TN) e il Coni Zugna. Sullo sfondo a destra l’Adamello con il Carè Alto (3462 mt) bene in vista, e a sinistra la Presanella (3556 mt)....

I cartelli segnaletici dei sentieri sono prossimi alla sparizione...

Versante sud della Sisilla (Campogrosso): la terribile Triade Alte temperature+Vento+Esposizione al Sole hanno pelato alcuni dossi erbosi, tra i quali spunta un bel cespuglio d’Erica. La primavera avanza...?

Presso il rifugio Giuriolo la musica è di tutt’altro tenore, l’accumulo sul tetto dell’edificio lo testimonia...!

Ed infine
Un classico, la foto al cartello della Vallarsa (in primo piano il mitico Fabio!)...

I dirupati spalti Sud-Occidentali del Pasubio salutano i lettori del post, sperando che sia stato gradito...!

                                                                                                            Wetter Sergy ( Estremi Meteo 4 )