Nella prima decade di giugno 2018 e' stata l'instabilita' a farla da padrona. Ma anche un notevole sopramedia termico.Nonostante la mancanza dell'anticiclone africano e' prevalsa una debole circolazione sud-occidentale di aria comunque calda.Nessuna irruzione da nord. Situazione simile al 2003 ma con alta pressione spostata più ad oriente e Italia sempre tra fronti caldi e prefrontali.Flusso Atlantico molto alto (NAO+) con qualche break temporalesco avutosi grazie a qualche modesto fronte freddo inseritosi nel flusso subtropicale. Da segnalare i forti rovesci temporaleschi che si sono verificati nella notte del giorno 8 estesi a tutta la pianura Padana.

Nella seconda decade la situazione si e' modificata. Fine della falla iberica, hp delle Azzorre disteso lungo i paralleli, NAO+ e contributo africano pressoché nullo. Nonostante questo cambiamento sinottico le temperature si sono mantenute ben sopra media con tempo comunque variabile.Ventilazione prevalente da NE.Saltuariamente l'estremità meridionale di qualche perturbazione atlantica e' riuscita a interessare il NE e il veronese,come nella prima mattinata del giorno 18, portandovi rovesci temporaleschi a macchia di leopardo.

All'inizio della terza decade invece l'alta pressione delle Azzorre, defilata sulla penisola iberica, ha puntato decisamente verso nord andando a pescare aria fresca e instabile dal nord atlantico.Questa aria fresca ha prodotto temporali anche forti su est Veneto e Friuli Venezia Giulia.Da noi sostanzialmente poca roba se non una decisa flessione termica e un rinforzo del vento di bora.Per qualche giorno la temperatura e' restata sotto media decisamente limando il surplus termico accumulato nelle decadi precedenti.Da segnalare pero' dal giorno 29 l'arrivo del primo alito africano della stagione con il raggiungimento proprio il 30 della punta massima di questo mese.

In sintesi Giugno decisamente anni 2000,molto caldo mediamente nonostante la mancanza di una vera ondata calda africana.Piogge leggermente sopra media rispetto la media 85/14,decisamente sopra se prendiamo come riferimento gli anni 2000.

TTk4M1r

Collocazione di questo Giugno 2018 rispetto a quelli dal 1985 al 2017,dal più freddo al più mite (media 1985-2014 di 22,92°C)

1995 20,40
1992 20,73
1988 20,78
1999 20,93
1987 21,01
1985 21,10
1991 21,16
1989 21,24
1986 21,56
1990 22,14
2001 22,17
1994 22,48
1997 22,57
2004 23,18
2016 23,24
1993 23,27
1998 23,31
2011 23,35
1996 23,40
2013 23,59
2010 23,70
2000 23,76
2009 23,78
2008 23,93
2007 23,98
2005 24,12
2002 24,29
2014 24,35
2006 24,38
2018 24,64
2015 24,81
2012 25,22
2017 25,66
2003 27,64

La piovosità di questo Giugno 2018. Questi i mm caduti nel primo mese estivo dal 1985 al 2017, dal più secco al più piovoso (media 1985-2014 di 85 mm)

2005 11
2006 18,1
2012 19,8
2001 21,8
1993 30,6
2015 35,8
1994 37,9
2009 40,8
1996 43,1
2017 45,8
1990 50,6
2004 50,9
2002 61,4
2014 63,4
2003 67,6
2007 73,7
1991 79,8
2013 89
2018 94,6
2000 96,7
1998 99,6
2008 102
1985 105,4
1987 122,9
1999 125,5
1995 129,7
1989 131,4
1988 142,6
2010 143,4
2011 143,8
1997 144,1
1986 145,8
2016 148,8
1992 181,1