Nuove notizie

Domani è atteso un sensibile peggioramento delle condizioni atmosferiche
su tutte le regioni settentrionali italiane causato dall'attivazione di correnti meridionali cicloniche a quote medio-alte su tutte le nostre regioni.
In particolare è estremamente probabile la risalita di aria molto umida e perturbata di estrazione Adriaitca all'incirca intorno ai 1500m d'altezza, ( Low Level Jet ) in movimento dalle zone costiere fin su quelle prealpine dove l'ostacolo orografico favorirà intense piogge.
Su entrambi questi settori regionali saranno possibili piogge localmente anche molto intense ed a carattere diffusamente temporalesco. 
I venti al suolo si disporranno generalmente dai quadranti di NE, intensi su tutte le coste e la pianura Veneta 
Sempre per quanto la Laguna Veneta il peggioramento avverrà in concomitanza con il fenomeno dell'acqua alta, alimentato dalla forte ventilazione a livello del mare che spingerà l'acuqa verso la costa, aumentando così gli inevitabili  disagi.
Quota neve in deciso rialzo e fin verso i 2000mslm nelle zone prealpine regionali, un pò più in basso  su Trentino e Dolomiti.
Come al solito sul nostro forum e sulla nostra rete di stazioni MeteoVeneto troverete  tutti i dettagli e gli aggiornamenti in "real time" per il peggioramento.
Particolare del Meteogramma previsto pe rle Prossime 72 ore dal modello NMM per Mestre ( Ve )

Dopo i rasserenamenti della serata di ieri anche la notte è passata sostanzialmente serena, con temperature in moderato calo rispetto alla precedente, in particolare sulle zone meridionali Venete ed  in genere quelle di aperta campagna.
Stamattina, infatti, abbiamo registrato temperature anche dell'ordine dei 3 gradi e mezzo, quattro nel Rodigino e nel Ferrarese grazie alla nostra rete di stazion MeteoVeneto/Meteo4, mentre i valori al suolo sono stati anche doppi sulle zone Pedemonatane e cittadine.
Un sensibile raffreddamento ha avuto luogo in montagna, con l'isoterma degli 0°C ormai verso i 1400mslm 
Andando ad oggi ci attendiamo una giornata splendida su gran parte del Triveneto e della Lombardia, con cieli sereni e temperature ancora decisamente gradevoli, specie nelle ore centrali del giorno.
Complice infatti la "generosa"  azione solare le temperature massime saranno dell'ordine dei 15-16°C un pò ovunque, saranno invece in ulteriore discesa le minime della notte, in particolare sulle città e le zone Pedemontane.
Andando oltre anche Sabato e Domenica trascorreranno all'insegna dei cieli sereni, in particolare sul Veneto occidentale e la Lombardia, con conseguente forte escursione termica notte/giorno.
Su queste zone e sul Polesine saranno possibili deboli gelate nella tarda notte ed al primo mattino. Qualche nuvola in più interesserà il Veneto costiero ed orientale ma senza precipitazioni.

 

Come largamente previsto è in corso un debole peggioramento delle condizioni atmosferiche per l'afflusso in quota di aria moderatamente più fredda dai quadranti settentrionali.
Mentre scriviamo sono in corso delle deboli piogge localizzate in particolare sul Veneto centro-orientale mentre la situazione sta già migliorando su quello occidentale ed il Bresciano/Mantovano
Per quanto riguarda i venti è iniziato, come previsto,  l'afflusso di aria più fresca da NNE sotto forma di Bora su gran parte della nostra regione, mentre sul estremo ovest della stessa e sulla Lombardia la ventilazione si presenta ancoradiestrazione meridionale o comunque di provenienza variabile.
Nelle prossime ore avremo ancora cieli per lo più nuvolosi o coperti con deboli piogge localizzate in particolare sul Veneto meridionale e costiero. 
Qualche precipitazioni continuerà ad interessare anche le Prealpi e, localmente, il Garda meridionale.
Ecco bel dettaglio il radar Arpa Veneto alle ore 15.30:

 

Aggiornamento delle ore 9.25 di Mercoledì 17 Ottobre: 
E' atteso dal tardo pomeriggio/prima serata di Giovedì l'arrivo in quota di una massa d'aria d'estrazione Artico-Marittima che farà scendere la colonina di mercurio ben al di sotto dei valori medi del periodo nel fine settimana.
Insieme all'aria fredda si farà avanti della copertura nuvolosa anche piuttosto densa da Levante,  nubi però sostanzialmente incapaci di produrre precipitazioni ed accompagnate da fresco vento di Bora chiara, all'inizio debole ma in progressivo rinforzo sino a moderato con il passare delle ore.
In particolare il raffreddamento diverrà più sensibile isulle zone pianeggianti dalla giornata di Sabato quando, complici i cieli sereni, si potranno manifestare locali gelate nella notte in Pinuara Padana. 
Continuerà purtroppo a mancare la pioggia, la grande assente di quest'inizo autunno; la particolare estrazione settentrionale delle masse d'aria lascerà infatti ancora una volta l Nord Italia al completo riparo della barriera alpina, favorendo altresì locali fenomeni favonici nelle giornate di Venerdì e Sabato su Piemonte e Lombardia occidentale. 
Per seguire in tempo reale il pegigoramento vi invitiamo sul nostro forum!  Tongue out
Giornata gradevole quella di oggi sabato 13 ottobre con temperature al di sopra delle medie del periodo e cielo sereno
La minima mattutina è stata nelle campagne venete attorno ai +10°
Nel pomeriggio sono da attendersi valori massimi compresi tra +22°/+24°