Nuove notizie

Aggiornamento delle ore 11.00 di venerdì 7 Dicembre 
Gentili lettori buongiorno. Le ultime elaborazioni dei modelli matematici datano per oggi pomeriggio le prime piogge organizzate sulla nostra regione.
Già da stamattina il cielo si presenta ovunque nuvoloso o coperto, con deboli precipitazioni già in corso su Trentino meridionale e basso Garda.
Nelle prossime ore la situazione tenderà ulteriormente a peggiorare, con un coinvolgimento maggiore della fascia pedemontana seguita poi dalla pianura.
In serata sono attesi rovesci, anche moderati, sulle pianure del NE, in particolare sul Veneto orientale e la litoranea occidentale friulana.
Dopo il miglioramento di domani un nuovo peggioramento è atteso per la giornata di domenica, quando aria più fredda di estrazione nord Atlantica, portarà la neve a quote più basse, fino a circa 1000mslm sulle Prealpi centro-orientali.
Nel riquadro inferiore la webcam di Falcade (Bl) si ringrazia infodolomiti.it

Si avvicina alle nostre regioni nord occidentali il debole fronte perturbato atteso per la giornata di Domani.
Al suo seguito entrerà aria moderatamente più fresca, di estrazione Atlantica che non riuscirà però a produrre fenomeni se non sparsi ed isolati, sulle nostre pianure settentrionali, concentrando la propia azione dall'Emilia Romagna verso sud.
Hià da stanotte è però da attendere qualche nevicata lungo le creste di confine, nevicate che insisteranno anche nella giornata di domani. 
La notte appena trascorsa è stata caratterizzata da temperature minime nella norma, quasi ovunque intorno agli 0°C sui settori pianeggianti, deboli foschie sulla pianura Veneta orientale e generale calma di vento. Solo la copertura nuvolosa arrivata intorno alle 3-4 del mattino ha impedito minime decisamente più negative. Più freddo, come consuetudine nella vallata feltrina e bellunese, con minime anche inferiori ai 3°C sotto lo zero.
L'aggiornamento odierno dei modelli matematici di previsione, sul pegioramento atteso per Venerdì, non farà certo la felicità degli sciatori e dei gestori degli impianti di sport invernali.
Innazitutto si tratterà di un fronte perturbato ababstanza debole e veloce ma sopratutto conterrà e sarà preceduto da aria molto mite, confinando così la neve fin oltre  i 1800m sulle prealpi e sui 1500m sulla barriera alpina.
Purtroppo tale perturbazione giungerà dopo due giornate, quelle di Martedì e Mercoledì, molto calde in quota anche grazie alla componete favonica che scenderà dalle Alpi settentrionali.
Addirittura nella notte tra Mercoledì e Giovedi lo zero termico potrebbe spingersi sin verso i 2800mslm nelle Alpi e Prealpi centrali!
Nella webcam il monte Cavallo ( Bz ) 2176m  da: Rosskopf.com

Aggiornamento delle ore12.30
Mattinata fresca e parzialmente nuvolosa sulle pianure settentironali italiane.
Le temperature sono state mediamente in linea con la media del periodo e coprese, nella nostra rete MeteoVeneto/Meteo4, tra i -2°C di Mori ( Tn ) e i 4,6°C di Jesolo ( Ve) con una media ovunque intorno agli 1-2°C mentre più freddi e appena sotto lo zero sono stati i valori in Val Lagarina e nella piana di Trento
Nelle prossime ore il cielo rimarrà variabile con frequenti schiarite ed annuvolamenti;
temperature massime dell'ordine di 8-9°C in pianura.  
Sotto webcam delle Alpe di Siusi ( Bz ) by www.seiseralm.it

Su gentilissimo invito del prof. Dino Zardi, project manager del progetto internazionale e responsabile del dipartimento di fisica dell'atmosfera dell'Uni di Trento i nostri Alessandro e Simone ( consigliere e segretario dell'Associazione Etsremi di Meteo4)  sono andatii a Salisburgo ad assistere alla conferenza di chiusura dei lavori del progetto "For Alps" svoltasi Mercoledì 27 Novembre.