Stampa
Nuove notizie


Ebbene si possiamo dirlo con certezza oramai!

La spinta da sud dell'alta di origine africana in questo mese è diventata cosa normale. Sempre che in meteo esista un concetto di normalità,forse sarebbe meglio parlare di ciclicità. In tutti i casi stando ai dati recenti a nostra disposizione dal dopoguerra è sicuramente il periodo iniziato con gli anni '00 a vedere un cambiamento climatico sostanziale per questo mese. Infatti precedentemente questo decennio il mese di giugno era un mese spesso ancora di transizione. E assolutamente instabile per quasi tutto il suo percorso. In realtà la nuova dinamica dell'atmosfera che predilige i movimenti per meridiani ha radicalmente cambiato faccia al mese facendolo diventare pienamente estivo. Chiaramente anche nei mesi di luglio e agosto molto spesso l'africano ci fa visita ma primo è più normale che lo faccia secondo ha comunque una frequenza inferiore al mese di giugno. Il risultato di questo evidente cambiamento è che questo mese è quello che maggiormente presenta aumenti termici medi nel corso dei giorni. Dall'altra parte però non ha perso la propria piovosità proprio perché l'energia che produce questo tipo di situazione barica viene spesso colmata da azioni contrarie molto violente con temporali e forti raffiche di vento se non formazioni di trombe d'aria e similari. In pratica è forse il mese che maggiormente ci rende consapevoli dell'estremizzazione climatica in atto. I motivi non li discutiamo in questa sede ma certamente sono occasione per riflettere.