Su gentilissimo invito del prof. Dino Zardi, project manager del progetto internazionale e responsabile del dipartimento di fisica dell'atmosfera dell'Uni di Trento i nostri Alessandro e Simone ( consigliere e segretario dell'Associazione Etsremi di Meteo4)  sono andatii a Salisburgo ad assistere alla conferenza di chiusura dei lavori del progetto "For Alps" svoltasi Mercoledì 27 Novembre.


 

Cos'è "For Alps"?
E' un progetto interdisciplinare ed internazionale che coinvolge a vari livelli governi, istituzioni ed università dei paesi che si affacciano sull'arco alpino.
I fondi sono ovviamente provenienti dalla comunità europea ma in particolare dai paesi maggiormente interessati ovvero Italia, Slovenia ed Austria.
Fondamentale per la riuscita concreta di tutto questo piano di studi investimenti ed applicazioni, di cui faceva parte anche la conferenza di Ischia di Giugno, è la collaborazione stretta tra le tante università e enti come Arpa Veneto, Lombardia, Osmer ( etc..) che ne hanno preso parte.
Tra queste realtà quella di Trento ha un ruolo cruciale di coordinamento, al punto che il "nostro" Prof. Zardi, grande amico di Meteo4, è Project manager ( ovvero responsabile direttivo ) dell'intero progetto.

A titolo di esempio, per ribadire che "For Alps" non è solo un convegno di studi ma anche di realizzazione pratica vi ricordo che il radar in banda X ormai quasi pronto a Valeggio sul Mincio ( Vr ) è stato acquistato ed installato propio grazie ai "dindi" di questo progetto.

Che dire ancora?
Un grazie enorme al prof Zardi e, importante, vi lascio il link al sito del programma:
www.foralps.net dove troverete un sacco di informazioni a riguardo.

Ed ecco i risultati presi "pari pari" dal nostro forum, post http://forum.meteo4.com/showthread.php?t=9823

"Ormai possiamo dire che la fama di Meteo4 ha varcato di slancio i confini nazionali!
Allora, come sapete oggi era giornata di conferenza vera e propia; sul palco si sono alternati relatori provenienti da Austria, Slovenia ed Italia, sia da enti nazionali che da istituzioni regionali e sopratutto dal mondo univerisitario.

I lavori presentati vertevano in special modo sullo studio delle serie storiche della climatologia alpina degli ultimi 100-200 anni, sull'uso delle risorse idriche e territoriali ,l'implementazione e l'affinamento di modelli matematici a microscala di simulazione atmosferica in sede alpina e, attraverettare una luce su quello che sarà il futuro clima della regione alpine e le conseguenze sulla biosfera e le attività umane.

Eccezionale è stata la conduzione dei lavori, affidata al nostro carissimo Prof. Zardi che possiamo definire, senza falsa modestia uno dei luminari della ricerca climatica italiana ed internazionale.
Ovviamente, ci conoscete , io ed Alessandro non siamo stati con le mani in mano e, sotto lo "sguardo benevolo" di Zardi e Paolo Frontero, veri amici della nostra associazione, siamo riusciti a conoscere ( ed entrare sopratutto in simpatia ) con dei professionisti della ricerca climatica e meteorologica italiana.

La cosa splendida è stato vedere come il nostro sito, il nostro gruppo e la nostra rete di stazioni realizzata in collaborazione con i ragazzi di MeteoVeneto siano già ampiamente riconosciuti e apprezzati anche in tali ambiti professionali.

Ecco qualche nome:

Roberto Dinale dell'ufficio idrografico della provincia di Bolzano e l'ingn.Gianluca Vignoli autori,come ogni anno, del monitoraggio del bilancio di massa dei ghiacciai della val Ridanna.
L'ing. Michele Tarolli, della provincia di Trento responsabile della verifica dei risulati del modello ECMWF e LAMI per meteotrentino.
Jhonatan Spinoni e Gianluca Lentini del l'isituto di fisica applicata dell'università di Milano e dell'istituto tdi scienza atmosferica di Bologna ( il gruppo di Maugeri, il collaboratore del nostro Angelico Brugnoli ) autori di un brillante studio sulle serie storiche trentennali della regione Lombardia e territori confinanti.

Altro piacevolissimo incontro ha avuto luogo con il prof. Rehinart Bohm del dipartimento di Climatologia dell'Zamg ( l'Arpa locale ), e cooordinatore dell'evento odierno.
Giulio Contri dell'ufficio della protezione civile della regione Valle d'Aosta ( un genovese simpaticissimo ) coautore di uno studio sull'efficenza di piccoli radar portali in banda X ( come quello in via di installazione a Valeggio sul Mincio Vr, per capirsi ) in contesti vallivi alpini.

La cosa che più tengo a sottolineare e ribadire è che tutti questi profesisonisti si sono rivelati interessatissimi dalla nostra associaizone e felici di collaborare in futuro alle nostre conferenze ed iniziative di divulgazione.

Abbiamo colto l'occasione per invitare Luciano Lago ( Aprva Veneto, centro meteo di Teolo ) al nostro pranzo sociale di Domenica 16 Dicembre sui Colli Euganei, stesso invito girato anche a Paolo Frontero ( Arpa Verona) e famiglia e a tutti i preparatissimi collaboratori di Dino Zardi: MIchele Aldrighetti, Massimiliano de' Franceschi, Roberto Rea.

La nostra associazione è stata calorosamente invitata, quale importante e riconosciuto tramite tra il mondo della meteorologia professionale e quello dei cittadini e degli appassionati alla conferenza divulgativa, finale, del progetto "Foralps" che avrà luogo in quel di Trento il 6 Marzo 2008.
Sono sicuro che faremo del nostro meglio per ripagare tanta fiducia e generosità!!

Cordialissimi e "salisburghesi" saluti da Simone ed Ale!!