FreezeIn inglese si dice freezing rain ed è un fenomeno meteorologico raro, soprattutto in molte zone della pianura veneta, che molte persone non concepiscono. Di solito esiste il concetto di neve o pioggia, il gelicidio invece è una via di mezzo che alle persone comuni è molto difficile da spiegare: “come?, -2° e piove? Allora il termometro è sballato”, “due giorni che piove e la neve non si è sciolta, perché?”..queste sono alcune frasi che si sentono dire in caso di gelicidio. Andiamo a vedere come nasce e si sviluppa il fenomeno.

D’inverno arrivano delle ondate di freddo, spesso molto forti, che con il passare dei giorni creano uno stato di freddo che può raggiungere anche i 600-800 m di quota. Alla prima perturbazione utile, questo cuscinetto dovrebbe permettere alle precipitazioni di scendere allo stato nevoso anche in pianura senza alcun problema. Ma allora perché non succede questo? Soprattutto alle quote di 1000/1400 m, per colpa della mancanza di barriere orografiche a meridione/oriente della pianura veneta, si possono intrufolare senza problemi isoterme di qualche grado sopra lo 0°: nel caso che andiamo a prendere noi tra 1 e 3°. Le correnti al suolo rimangono debolissime o la configurazione atmosferica non richiama correnti in grado di smuovere il cuscino freddo creatosi in precedenza.
Quando inizia la precipitazione i fiocchi passano attraverso questa lama mite e passano allo stato liquido, durante la discesa finiscono nel freddo dei bassi strati. In quest’ultimo frangente è giusto dividere il gelicidio in due categorie: la pioggia di ghiaccio e la pioggia che si congela al suolo.

Nel primo caso lo strato di freddo è talmente alto che la neve sciolta, nella sua lunga discesa ha tempo di ricongelare e cade sotto forma di piccoli cristalli di ghiaccio; nel secondo caso il freddo è ammassato solo nei più bassi strati dell’atmosfera, perciò la pioggia riesce ad arrivare allo stato liquido ma toccando il suolo o le superfici gelate, congela all’istante.

In tal senso ricordiamo uno dei casi più eclatanti a Verona: il 25 dicembre 1999, giorno di Natale, un gelicidio pesante e pericolosissimo che provocò moltissimi piccoli incidenti d'auto e fratture alle persone, la terra era ghiacciata e scivolosa ovunque!
Altro episodio il capodanno 2005: in quel caso, mentre a Verona era neve pesante, nella pianura emiliana vi fu un'episodio di gelicidio, veramente saliente!

Siro Morello


Sponsor

Panificio Bodini