I tornado sono un fenomeno meteorologico caratterizzato da colonne d’aria in rapida rotazione che partono da cumulonembi rigonfi di pioggia e raggiungono il suolo.
La loro dinamica è ancora in parte sconosciuta, ma sembra che certi ingredienti siano essenziali per la nascita di questi vortici: aria calda ed umida in prossimità del suolo, aria più fredda in alta quota e venti che cambiano direzione e velocità con l’altezza ( shear verticale). I tornado più devastanti nascono sotto “le supercelle” che consistono in grandi tempeste di lunga durata in cui i venti sono in rotazione, cioè temporali di lunga durata in cui le masse d’aria assumono un moto rotatorio a causa di una combinazione di umidità, instabilità atmosferica e venti che cambiano direzione con la quota.

Mediamente, un tornado dura dai 5 ai 15 minuti, percorre 3-4 kilometri, ad una velocità di solito compresa fra i 35 e i 50 Km/h, anche se a volte superano gli 80 Km/h, e hanno un diametro di solito inferiore ai 100 metri.
Tuttavia a volte si registrano tornado giganteschi con un diametro di centinaia di metri, e il più grande mai registrato misurava probabilmente 1,6 Km di diametro ( wedge tornado).

I tornado vengono misurati, in base alla loro intensità e ai danni prodotti, con la Scala Fujita, che li classifica in 6 gradi, da F0 a F5. In quest'ultimo grado i venti nel tornado possono raggiungere anche i 500 Km/h.
 Il record assoluto di velocità mai registrato fu di 512 Km/h il 3 maggio 1999 ad Oklahoma City. Il paese più colpito dai tornado sono gli USA, e in particolare la zona della "Tornado Alley" nel Midwest.
Si sviluppano comunque, talvolta sul mare, e in questo caso prendono il nome di trombe marine, in tutte le zone del mondo, ad esclusione delle regioni polari.

Nel Regno Unito se ne registrano mediamente 60 all'anno,mentre in Italia,dove di solito sono di potenza ridotta,se ne sviluppano mediamente 24 all'anno.
Il più recente e devastante e stato quello che ha colpito la Brianza il 7 luglio 2001, di potenza F3, che ha provocato gravissimi danni, ma per fortuna nessun ferito grave. Nella storia italiana, probabilmente il peggior tornado fu quello che colpì la Laguna Veneta l'11 settembre 1970. La tromba d'aria, probabilmente un F5, provocò danni ingenti e oltre 30 morti e concluse la sua corsa nella laguna veneta affondando una nave taxi.
Ma il più potente tornado italiano fu probabilmente la cosiddetta "Tromba del Montello" del 1930.

Negli USA si contano molti tornado storici,che hanno provocato danni e vittime, e alcuni episodi curiosi associati a questi fenomeni, come quello del 1994, quando un tornado sollevò 37 trattori da un deposito e li ridepositò tutti a 1 km di distanza, dimostrando un'inimmaginabile potenza.
 In altre occasione, si è assistito a case di legno sollevate, rigirate di 90 gradi e ridepositate a terra, a treni sollevati e spostati rigirati sul binario accanto, e altri fatti curiosi.

 I tornado sono di solito accompagnati da un forte odore di zolfo, dovuto ai numerosi fulmini
che si scaricano al suo interno, e ad un forte rombo, simile ad un jet in partenza, provocato dai fortissimi venti in rotazione.