Stampa
Didattica
Domande e Risposte

In un’epoca di circolazione a targhe alterne, motori euro 4, biocarburanti, e tutte le altre manovre per ridurre l’inquinamento e le emissioni di CO2 che sarebbero in parte responsabili del riscaldamento globale, ecco che un’eruzione vulcanica potrebbe cambiare il clima globale raffreddandolo. Come?

Un vulcano emette oltre alla lava molti gas, cito:  anidride carbonica, idrogeno, anidride solforosa, vapore acqueo. Questi gas emessi in enormi quantità nell’atmosfera possono ridurre la forza che il sole ha su di noi, raffreddando di qualche decimo la temperatura globale.

Nel 1991 il Pinatubo con la sua eruzione abbassò la temperatura globale di 0.5°.

Ora c’è in gioco l’eruzione di un vulcano islandese, che anch’esso sta immettendo nella nostra atmosfera enormi quantità di gas e polveri che potrebbe avere ripercussioni globali su temperature e la grande circolazione atmosferica.

Io ci tengo a sottolineare il fatto che la questione è globale, perché? Mi dispiace per i fans del freddo, ma per avere ripercussioni sull’Italia ci vogliono configurazioni atmosferiche specifiche, ancor più particolari se parliamo del Veneto.

Infatti l’eruzione del Pinatubo (1991) avvenne dopo il gelido febbraio del ’91, per cui non ha niente a che vedere con l’evento, e gli inverni del ‘91/’92 e 92/93 non brillarono certo per freddo e neve nella nostra regione.

Perciò occhio alle informazioni che prendete dai vari media: il raffreddamento globale e le ripercussioni sul Veneto sono due cose ben distinte.