Care amiche e amici del forum,in questa splendida mattinata d'agosto ho appena inserito i dati del gennaio 1985 a Verona,
secondo l'osservatorio del meteo4 di E.Bellavite.
Come sempre la preziosa precisione del nostro Emilio,potrà togliere molti dubbi sull'evoluzione di quello che rimane,
probabilmente, il periodo più interessante ed affascinante degli ultimi 30anni.

Andiamo con ordine:
I giorni 1 e 2 non succede praticamente nulla,sebbene le temperature continuino a scendere,ma ancora non si registrano giornate di ghiaccio e i giorni sono sereni.
Il giorno 3 fa la sua comparsa la nebbia anche in città,accompagnata dalla galaverna la minima scende a -5,2°.
Il giorno 4 registriamo una brinata molto intensa accompagnata da galaverna e minima fino a -6,2°.
5 gennaio:
massima di -1.3° e minima di -3.8°
faville di neve tra le 05.00 e le 06.00 a Soave 3cm di neve. nevicate su tutto il veneto centro orientale . neve al suolo ad est di Verona da S.Michele Extra con tracce fino a San Bonifacio (4cm)

6 gennaio:

massima -1.7° minima -7.9°
i cieli tornano sereni mentre al centro sud abbiamo nevicate storiche come i 15cm di Roma.

7 gennaio:

massima -2.3° minima -9.6°
cieli sereni segnalati blocchi di ghiaccio nell'adige

8 gennaio:

massima -5.2° minima -8.6°
record storico di freddo delle massime per la stazione del meteo4.
tempo in netto peggioramento.
Neve dalle 12.30 (1cm) - neve anche nel pomeriggio tra le 14,00 e le 19,00 con altri 3 cm - la nevicata prosegue intermittente fino alle 08,00 del giorno dopo con altri 5cm
alle 8,00 della mattina del 9 gennaio accumulo al suolo di 8cm

9 gennaio:

massima -3.5° minima -6.8°
la neve cessa per le 08,00 e lentamente il cielo si apre

10 gennaio:

massima -0.7° minima -8.6°
la giornata è serena e come vedete di ghiaccio

11 gennaio:

massima -0.1° minima: -10.1°
nebbia in città al mattino in bgo Trento minima a -12,8°,Villafranca tocca i -18°,Firenze i -21,4°
i cieli sono sereni

12 gennaio:
massima: +1° minima -7.7°
dopo 7 giorni per la prima volta soprazero.
cieli sempre sereni

13 gennaio:
massima +1.5° minima -7.2°
cieli che vanno coprendosi durante il giorno alla sera primi fiocchi di neve

14 gennaio:
massima +2.3° minima -1.6°
neve dalla mezzanotte fino alle 07.00 (8cm) alla mattina,molto importante si alza il vento da E con una raffica registrata di 15kmh - neve intermittente a tratti fitta dalle 11.00 alle 12.00 (1cm) - altra neve intermittente specie tra le 15.00 e le 16.30 (1.5cm) l'altezza della neve al suolo alle 19,00 è di 10cm
abbondante la nevicata su medio e basso veronese (fino a 50cm a Legnago,30 a Villafranca)

15 gennaio:

massima +4.6° minima -0.2°
altra neve dalle 08.30 alle 09.30,intanto a Vicenza e Mantova 50cm di neve - sempre vento molto forte,nel pomeriggio vera e propria bufera di vento da E con raffiche fino a 80kmh - trasformazione della neve in pioggia dalle 15.00.
Pioggia dalle 15.00 alle 19.00 con accumuli scarsi e vento fortissimo da E.
pioggia tutta la serata e notte. A Bosco intanto nevicata secolare,raggiunti i 70cm

16 gennaio:
massima +5° minima +1.2°
pioggia battente tutta mattina accompagnata da vento fortissimo da E con raffiche fino a 85kmh - nel pomeriggio sempre pioggia che diviene meno intensa - dalle 19,oo cala il vento e cessa la bufera di vento da E - dalle 19.00 fino alle 08.00 del giorno dopo pioggia a tratti mista neve - sulle torricelle torna a nevicare altri 5cm

17 gennaio:
massima +2,8° minima +0.6°
vento cessato del tutto - piove mista neve la mattina fino alle 10,00
A Bosco si registra il record secolare di neve 110cm - Moruri frazione di Verona a 444mt risulta isolata e irragiungibile - le città del nord Italia segnano valori ufficiali storici:
Vicenza 50 - Bologna 64- Piacenza 72 - Brescia 74 -  Torino 33 - Bolzano 42 - Padova 16 - Cuneo 24

18 gennaio
massima +1.2° minima -0.6°
torna la nebbia al mattino,ma alla sera breve nevicata di mezzo cm anche all'osservatorio tra le 20,30 e le 22,30

Si conclude con questa breve nevicata l'epopea del gennaio '85.
Verona dunque all'osservatorio segna 20 cm di neve totali per il periodo in questione.
Verona rimane una delle città meno colpite dalla neve.
Padova come vedete segna 16 cm,ma nella nevicata tra il 14 e il 15,ma fece ben di più l'8 gennaio

Registrati vari record di freddo e neve su gran parte d'Italia,si conclude una delle più colossali ondate di freddo di origine artica,che abbia colpito il mediterraneo.
I danni saranno di migliaia di miliardi,ma le soddisfazioni per gli amanti del gelo e del nevo,saranno infinite
Un pò meno a Verona,limitata come avete potuto leggere dal forte vento da E,nel momento topico.

 

Massimiliano Veronesi